Custodia disney iphone 8 I canti natalizi preferiti di Origins of America-custodia braccio iphone 6-dubgao

Custodia disney iphone 8 I canti natalizi preferiti di Origins of America-custodia braccio iphone 6-dubgao

Armato con un notebook, una macchina fotografica, una videocamera e una fame insaziabile per imparare ancora di più su alcuni dei più amati canti natalizi d’America, Ronald Clancy è partito nell’ottobre 2008 per visitare i loro luoghi di origine molto sparsi. una vita che rintraccia le loro storie custodia iphone 6 moto secondarie.

Nel profondo sud, di tutti i posti, Clancy visitò un sito strettamente legato al leggendario canto dei carol:

Affrettando la neve

In una slitta trainata da un cavallo. Anche la sua città natale, Medford, Massachusetts, rivendica il canto. Morgan. [Nota dell’editore: l’originale ha erroneamente identificato la custodia iphone 6s divertenti chiesa di Jingle Bells.]

Prima di visitare la Concord, Massachussets, la tomba di Katherine Davis, un’insegnante di musica educata custodia iphone 7 resistente a custodia libro iphone 6 plus Wellesley, Clancy ha letto custodia libretto iphone x la trascrizione di un’intervista in cui Davis parlava di un motivo che aveva attraversato la sua testa custodia iphone 8 gomma ‘che praticamente si è scritto’ nel 1941 e iphone 6s plus custodia pelle che lei intitolato ‘The Carol of the Drum’. Diciotto anni dopo, Davis fu sorpresa come la sua amica che chiamò per dire:

‘Kay, il tuo canto è in onda, sempre, ovunque alla radio!’

‘Che canzone’ chiese il sorpreso Davis.

‘Il piccolo batterista’.

Il canto di Davis stava diventando un successo, con un nuovo titolo, alcune modifiche minori e nessuna menzione di lei come compositore e paroliere.

L’Università di Harvard apple custodia iphone 7 plus e la città di Cambridge ospitano numerosi canti. Ad esempio, il Rev. Nel pubblico quel giorno c’era John Jacob Niles, un cantante folk e collezionista di canzoni popolari. Niles ha pagato la ragazza per cantare la canzone per lui e ha catturato diverse righe di versi, a cui ha presto aggiunto altri testi e musica.

Nel 1934, custodia slim iphone 8 plus Niles pubblica ‘I Wonder as I Wander’ nel suo volume ‘Songs of the Hill Folk’. Tre quarti di secolo dopo, la videocamera di Clancy ha catturato le parole del iphone 7 plus custodia pelle lungo Murphy Mayor William Hughes: ‘È una bellissima melodia, puoi sentire la voce degli Appalachi’.

A Filadelfia, presso la Chiesa della Santissima Trinità affacciata su Rittenhouse Square, c’è un trittico dietro l’altare che commemora il collegamento della chiesa con ‘O Piccola Città di Betlemme’. custodia power bank iphone 5s Le parole di questo classico canto americano furono completate nel 1868 dal giovane rettore della Trinità Phillips Brooks (in seguito vescovo episcopale del Massachusetts) e dalla musica dell’organista della chiesa, Lewis Redner.

Scavando ulteriormente nella vita di Brooks ha rivelato di aver grandemente ammirato Abraham Lincoln, e quando il corpo del presidente ucciso si trovava all’interno della Independence Hall durante la fermata del treno di Filadelfia in rotta verso Springfield, Illinois, il parroco pronunciava un sermone nella sua chiesa sulla vita e la morte del presidente della guerra civile americana. Mesi dopo, ancora afflitti dall’assassinio e dagli orrori della Guerra Civile, Brooks si consolò in un custodia antipolvere iphone se viaggio in Terra Santa.

‘Brooks è rimasto impressionato dai servizi della Vigilia di Natale presso la Chiesa della Natività a Betlemme, e mentre si sedeva su una collina a guardare il villaggio di Betlemme, mentre i pastori guardavano ancora le loro greggi di notte, si sentiva in pace’, osserva Clancy. ‘In seguito disse agli amici:’ Quell’esperienza è stata così prepotente che per sempre ci sarà un canto nella mia anima ‘.’

Quel canto divenne prima il poema ‘O Piccola Città di Betlemme’ e poi il famoso canto natalizio.

‘Senti quello che sento’ portò Clancy a New York, all’angolo tra East 50th Street e Lexington Avenue all’interno di quello che ora è il Benjamin Hotel. Nei primi anni ’50, quando l’hotel si chiamava The Beverly, un compositore di formazione classica di nome Nol Regney fu colpito dal pianista nella sala da pranzo dell’hotel e la sposò diversi mesi dopo. Secondo la ricerca di Clancy, Regney e la pianista Gloria Shayne ha scritto ‘Senti quello che sento’ come un inno di pace nato da un senso di disperazione e paura della guerra durante l’incombente crisi missilistica cubana. Quindi la risonanza aggiunta delle parole del brano: ‘Prega per la pace, gente ovunque!’

Un’altra tappa a New York è atterrato a Clancy al 17 di Beekman Place nel Greenwich Village, ora la missione del Lussemburgo alle Nazioni Unite, ma per decenni è stata la casa di Irving Berlin, uno dei più grandi compositori americani, Berlino ha scritto classici come ‘God Bless America’ , ‘Easter Parade’, ‘Ragtime Band’ di Alexander ‘e’ Puttin ‘sul Ritz,’ ma credeva che la sua canzone migliore fosse la canzone natalizia ‘White Christmas’. Ironia della sorte, il 25 dicembre è sempre stato tinto di tristezza per Berlino. Ha custodia in silicone iphone 6s perso un figlio piccolo il giorno di Natale del 1928. Più tardi nella vita è diventato sempre più solitario. Sei anni prima della sua morte, nel 1989, i carolers si radunavano fuori dalla casa di Berlino. ‘Un gruppo cantava’ White Christmas ‘e altre canzoni davanti alla sua casa di città’, dice Clancy. ‘La sua cameriera ha invitato l’intero gruppo a casa, e Berlino li ha salutati tutti e ha ammesso di custodia sottile iphone x essere stato toccato.’

Quasi certamente, comunque, i carolers non hanno cantato l’intera canzone. Mentre alcuni potrebbero sapere che è l’unico canto natalizio a vincere un Oscar (Migliore musica in una canzone originale, cantata da Bing Crosby nel film del 1942 ‘Holiday Inn’), quasi nessuno sa che il ‘White Christmas’ ha effettivamente una prima strofa, raramente cantata, che Berlino ha scritto come protagonista nell’ormai famoso ‘Io’ Sognando un bianco Natale. ‘ Le parole dimenticate sono queste:..

Comments are closed.